e.ShopRicambi originali
Tutte le marche a portata di click
mer, 19 nov 2014Patentino per gruista: ecco i corsi proposti da Imola Grulun, 03 nov 2014Riparata in cantiere una Simma Potain GT 187 bocciata alla ventennalelun, 01 set 2014Anche i Ganci a C per coils nel portfolio competenze di Imola Gru
Verifiche sugli apparecchi di sollevamento: normativa e scadenze

Imola Gru è il partner ideale anche per assolvere all'espletamento di tutte le verifiche richieste dalla normativa sui mezzi di sollevamento: verifiche periodiche, decennali, ventennali, trimestrali sugli accessori di sollevamento, funi e catene.

Guarda le diverse tipologie di verifiche richieste dalla normativa: 

            

Di seguito un quadro di sintesi delle tipologie di controllo:

 

Tipologia di controllo / Verifica Soggetto Incaricato  Periodicità Riferimento alla norma
Funi e catene delle attrezzature Personale competente Trimestrale o secondo indicazione specifica del costruttore Allegato IV, punto 3.1.2
Controllo iniziale Personale competente Dopo una nuova installazione o montaggio Art. 71, comma 8, punto 1
Controlli periodici Personale competente Fissata dal costruttore o da norme di buona tecnica e da codice di buona prassi Art. 71, comma 8, punto 2
Controlli straordinari Personale competente Dopo eventi eccezionali Art. 71, comma 8, punto 2
Verifiche periodiche Organi di vigilanza o soggetti abilitati Variabile Art. 71, comma 11 e Allegato VII

 

L'art. 71 del D. Lgs. 81/08 definisce gli obblighi del datore di lavoro rispetto alle attrezzature di lavoro. Da notare in particolare i comma 8 e 11, quest'ultimo espressamente riferito alle verifiche periodiche richieste: 

Comma 8

Fermo restando quanto disposto al comma 4, il datore di lavoro provvede affinché: 
a) le attrezzature di lavoro la cui sicurezza dipende dalle condizioni di installazione siano sottoposte a un controllo iniziale (dopo l'installazione e prima della messa in esercizio) e ad un controllo dopo ogni montaggio in un nuovo cantiere o in una nuova località di impianto, al fine di assicurarne l'installazione corretta e il buon funzionamento
b) le attrezzature soggette a influssi che possono provocare deterioramenti suscettibili di dare origine a situazioni pericolose siano sottoposte:

1) a controlli periodici, secondo frequenze stabilite in base alle indicazioni fornite dai fabbricanti, ovvero dalle norme di buona tecnica, o in assenza di queste ultime, desumibili dai codici di buona prassi
2) a controlli straordinari al fine di garantire il mantenimento di buone condizioni di sicurezza, ogni volta che intervengano eventi eccezionali che possano avere conseguenze pregiudizievoli per la sicurezza delle attrezzature di lavoro, quali riparazioni, trasformazioni, incidenti, fenomeni naturali o periodi prolungati di inattività;

c) i controlli di cui alle lettere a) e b) sono volti ad assicurare il buono stato di conservazione e l'efficienza a fini di sicurezza delle attrezzature di lavoro e devono essere effettuati da persona competente.

Comma 11

Oltre a quanto previsto dal comma 8, il datore di lavoro sottopone le attrezzature di lavoro riportate nell’ALLEGATO VII verifiche periodiche volte a valutarne l’effettivo stato di conservazione e di efficienza ai fini di sicurezza, con la frequenza indicata nel medesimo ALLEGATO. [...]

 

Devi eseguire un controllo o una verifica e desideri un supporto?
Clicca qui per aprire il form e contattaci, siamo a tua disposizione!

 

 

 

 

 

Realizzazione siti web LoZooDiVenere www.lozoodivenere.it